Associazione Amici del Gioco del Ponte

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il Celatino d'oro a Giampaolo Testi mentre Dina Paoli Cosci vince il Premio Ferruccio Giovannini

Nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti, venerdì 8 Giugno si sono dati appuntamento gli amanti del vernacolo per assistere alla premiazione della XXIII edizione del Concorso “Er Giòo der Ponte”, organizzato dall’Associazione “Amici del Gioco del Ponte” e da Er Tramme. Erano presenti il Dott. Francesco Bianchi, Direttore dell’ACI, sponsor per i premi messi in palio, e per l’Associazione il Presidente gr. uff Umberto Moschini, il Vicepresidente l’Avv. Stefano Gianfaldoni, il collaboratore Dott. Luca Giannasio ed alcuni soci dell’Associazione “Amici del Gioco del Ponte”.

CELATINO D’ORO – Questa la graduatoria finale: al primo classificato Giampaolo Testi il Celatino d’oro; al secondo classificato Carlo Caterini il Celatino d’argento, mentre al terzo classificato Ivano Rosellini il Celatino di bronzo.

PREMI SPECIALI – I premi speciali della Giuria sono stati consegnati a Dina Paola Cosci in ricordo di Ferruccio Giovannini, fondatore di Pisa Sporting Club e ideatore del Carrello del Gioco del Ponte. A Giovanni Bracci è andato il premio in ricordo di Alessandro Bellincioni, membro della nostra Giuria e Pisano “dòcche”, recentemente scomparso. Infine a Dino Grandi è andato il premio in ricordo di Domenico Sartori, poeta, scrittore, attore e direttore del mensile in vernacolo pisano “La Cèa”.

LA GIURIA – Dopo la premiazione Lorenzo Gremigni, presidente del Crocchio Goliardi Spensierati, ha interpretato in maniera encomiabile alcune poesie vincitrici dei concorsi precedenti. La giuria che ha decretato la classifica era formata da Umberto Moschini (Presidente), Giancarlo Cini, Paolo Gianfaldoni, Lorenzo Gremigni, Benozzo Gianetti (Rappresentante de Er Tramme, Segretario).

RINGRAZIAMENTI – Il presidente dell’Associazione Moschini, dopo aver parlato calorosamente del Gioco, ponendolo come evento di grande rilevanza storica e culturale della città di Pisa, ha ringraziato le autorità presenti e tutti i concorrenti, che quest’anno sono stati numerosi e molto qualificati, inoltre ulteriori ringraziamenti sono andati al presidente del C.G.S., agli Sponsor, all’Amministrazione Comunale per la sua gradita ospitalità e ad “Er Tramme” per l’organizzazione dell’evento. Il direttore di “Er Tramme” ha concluso l’incontro letterario annunciando che l’anno prossimo sarà dato alle stampe il libro dei secondi 10 anni del Concorso “Er Giòo der Ponte”, in concomitanza della premiazione della XXIV edizione.

 

La Poesia di Giampaolo testi, vincitore del celatino d'oro 2013

Bèr mi’ targone

Io sono per Tigrin della Sassetta.

Anco pe' l'accivescovo Ruggeri.

Son pe' le lécche e nun per la burlétta .

A me mi fanno schifo ' 'Avaglieri

che 'ndell'inchino piegan la cianchetta

Eppoi mi fanno spèce anco ' pacèri.

... Vò’ mette' ‘na labbràta a tavoletta

di 'velle 'he ti mettan ne' pensieri?!

Nun mi garba 'r fioretto ma ‘r pennato

che ronza e fistia come fa 'r muglione.

Chi perde ha da sortìcci marsagràto!

‘N sur Ponte, dimmi ‘n po’, c'è ‘na tenzone?

Quer trabìccolo lì chi l'ha ‘nventato?

Per questo devo urlà': -

Bèr mi' targone!!!

 

 


Alcune foto dell'evento

 

imgcelatino2 imgcelatino1 imgcelatino3

 

 

 

Il Celatino d'oro a Giampaolo Testi mentre Dina Paoli Cosci vince il Premio Ferruccio Giovannini
You are here: Home