Associazione Amici del Gioco del Ponte

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La risposta al quizzone n.5

La risposta al Quizzone n.5

La domanda: In quali anni si è disputato il Gioco del Ponte nel XIX secolo?
a) 1807
b) 1809 e 1821
c) 1870
d) 1801 e 1802

La risposta esatta è: nel 1807.

Si trattò del'unica edizione del Gioco tenutasi nel corso del XIX secolo. Dopo l'ultima edizione del 1785, il Gioco del Ponte, infatti, fu interrotto fino al 1807, quando la regina reggente d'Etruria, Maria Luisa, dopo continue e insistenti richieste dei pisani, ne autorizzò la riproposizione.

La sovrana assistette personalmente all'evento, rendendosi conto quale fosse di fatto il suo svolgimento, trovandosi però costretta a manifestare il proprio dissenso e pronunciare la celebre frase: "per Gioco è troppo, per guerra è poco". L'organizzazione del Gioco del Ponte venne, quindi, definitivamente abbandonata ed anzi ebbe inizio un periodo di completo abbandono della Festa cittadina, durante il quale venne perduto moltissimo prezioso materiale (in particolare, morioni, alabarde, targoni).

Si ringraziano per la preziosa collaborazione nella realizzazione della rubrica Ferruccio Bertolini e Federico Bonucci.

Riceviamo e pubblichiamo per debita correttezza

Spett.le Associazione AMICI DEL GIOCO DEL PONTE,

desidero esprimere al Presidente Umberto Moschini e a Voi tutti la più viva gratitudine per il prezioso sostegno che la vostra Associazione mi ha offerto per la telecronaca diretta dell’edizione trentennale del GIOCO DEL PONTE.

Un sincero ringraziamento al Vice-Presidente Stefano Gianfaldoni per avermi inviato la precisa e dettagliata mail dell’organigramma di ciascuna parte (Tramontana e Mezzogiorno) e delle notizie dei protagonisti del GIOCO DEL PONTE 2012 ed un sentito apprezzamento per i numerosi dati che ho potuto reperire sul vostro sito web www.amicidelgiocodelponte.it molto interessante e ricco di informazioni utili e dettagliate.

Una telecronaca dell’evento che è stata definita “molto importante per la nostra città, utile per la promozione della Pisanità ed adeguata per consolidare il nostro amore per il GIOCO DEL PONTE che dal 1982 ad oggi è la manifestazione storica pisana più sentita e più partecipata”.

Leggi tutto...

Gioco del Ponte 2012: parla il Presidente Moschini

Anche quest’anno il Gioco si è svolto e quindi un punto positivo. Non possiamo però non sottolineare alcune zone d’ombra, che in futuro dovranno essere evitate tenendo presenti anche gli appunti fatti da vari pisani.

Sarebbe lungo elencare il tutto; ci limiteremo a fare una riflessione collettiva, mettendo insieme i pareri che abbiamo raccolto per farli presenti, nelle forme dovute, a chi ha il compito di far si che il Gioco si svolga nel modo migliore.

Non è certo reale tutto l’entusiasmo di successo che vediamo trapelare da alcune dichiarazioni solo giustificabili o per la soddisfazione di aver concluso gli impegni del Giugno Pisano o perché non si conosce profondamente cosa deve essere il Gioco del Ponte, la “festa di Pisa”.

Leggi tutto...

Grande successo di Tramontana: nel Gioco 2012 torna a soffiare il vento boreale

Dopo la vittoria del 2011, raggiunta dopo un lungo digiuno, Mezzogiorno non riesce nello storico bis. Tramontana la spunta alla bella, dopo una gran rimonta che l'ha vista sotto nel punteggio fino al 3-1.

Onore a tutti i protagonisti.

Cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Orazini

E’ mancato Giuseppe Orazini, un vero e grande appassionato del Gioco del Ponte ed uno dei soci storici dell’Associazione.

Giuseppe è stato il pioniere di ogni iniziativa che fu fatta nel 1981 alla ripresa del Gioco. Fu il primo che di suo pugno realizzò le cartoline del Gioco della ripresa, fu il primo a far coniare le medaglie delle Parti e poi delle Magistrature, fu il preimo a realizzare le vari riprese TV, collaborando con canale 50 ecc. Fu anche il primo a fare mostre sul Gioco, fuori del nostro territorio e della nostra regione: quando andava in ferie per l’Italia o partecipava a convegni numismatico o similari presentava sempre il suo “oggetto prezioso”, il Gioco del Ponte.

Orazini mai si è tirato indietro quando si doveva realizzare qualcosa per il Gioco, sempre disponibile a collaborare, sempre disposto a investire di suo nelle iniziative, sempre pronto poi a contribuire per le varie premiazioni.

Noi Amici del Gioco del Ponte lo abbiamo  sempre seguito ed incoraggiato ed abbiamo trovato in lui un sincero appassionato che aveva compreso la valenza del Gioco, non solo nella sua dimensione culturale ed artistica, ma anche in quella popolare e soprattutto amicale.

Lo ricorderemo con grande affetto, cercando di  imitarlo  nella sua parte più bella e spontanea e cioè quella di : servitore del Gioco.

Ai familiari tutti la nostra affettuosa vicinanza e l’espressione del nostro cordoglio.

Il Consiglio Direttivo e l'Associazione tutta.

Pagina 15 di 22

Gioco del Ponte

mancano

La Parola al Presidente

parola_presidente

Siamo oramai nel mese Giugno, dedicato alla nostra città, che si apre con la disputa tra le Repubbliche Marinare a Genova e si concluderà con il Gioco del Ponte, il massimo evento di

Leggi Tutto

GENTE DI GIOCO

gente_digioco
 Lo scontro sul Ponte passato alla storia: i ricordi di Federico Soldani

Nella storia recente del Gioco un combattimento sul Ponte in particolare è ancora nella memoria di tante persone a distanza di quasi vent’anni.

Lo scontro fra

Leggi Tutto

Alinari 24 Ore

visito-associazione2

 

Trova nuovo slancio la partnership con Alinari 24 Ore e I.S.T.I. (Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione presso l’Area di Ricerca del C.N.R di Pisa) nell'ambito del progetto VI.S.I.TO. (Visual Support to Interactive support to tourism) TUSCANY (www.visitotuscany.it ),

Leggi tutto

You are here: Home